L’Isola delle Bambole: uno dei 10 luoghi più spaventosi al mondo

Su un'oscura ed insidiosa isola nel canale di Xochimico, nei pressi di Città del Messico, ha sede uno dei luoghi più spaventosi al mondo: si tratta della cosiddetta "Isola delle Bambole". Oggi è una meta turistica assai gradita dai visitatori, ma il suo fine iniziale era tutt'altro che "turistico". L'isola infatti era originariamente dedicata ad una bambina che perse la vita nel fiore della sua tenera età.

isola delle bambole

l'isola delle bambole così come appare al primo impatto...

L'Isola delle Bambole (Isla de las Munecas per i messicani), come il nome stesso può suggerire, è la casa di centinaia di bambole mutilate e rovinate in vario modo. I loro occhi vuoti e bianchi, le loro espressioni tristi, le loro posizioni innaturali e macabre o semplicemente i loro corpi decapitati, addobbano per così dire l'intera isola: le si trova appese ad alberi, felci, cespugli e rami di ogni sorta.

Di giorno passare in mezzo a tutte queste bambole può risultare un'esperienza parecchio inquietante...di notte però, dormire nei loro paraggi significa sentire continui scricchiolii e rumori sommati al peso di centinaia di occhi che ti fissano ininterrottamente. Occorre aggiungere - come se non bastasse - che molte persone sostengono di aver visto bambole che, al mattino, erano in una collocazione diversa rispetto a come erano state lasciate la sera prima. Oltre che essere spaventose, sembra quindi che le bambole si muovano di notte...magari per giocare.

isola delle bambole

La storia di queste bambole nasce da una tragedia legata all'unica persona che in precedenza abitava l'isola: Don Julian Santana. Un giorno, mentre perlustrava l'isola, Julian trovò il corpo di una bambina affogata nel canale. L'uomo restò sconvolto ed inorridito dalla scena e quando vide arrivare galleggiando poco dopo anche una bambola (sicuramente appartenuta alla bambina), decise di appenderla ad un albero in onore della giovane deceduta. Sperava che grazie a questo simbolico gesto l'anima della bambina trovasse pace e che nel contempo, eventuali forze maligne abbandonassero l'isola.

isola delle bambole
isola delle bambole

Tuttavia una bambola cominciò a non bastare più alla mente malata di Julian, il quale cominciò subito ad appendere ovunque tutte le bambole che via via il canale portava (comprese quelle rotte o mutilate). Con il tempo perfino le bambole appese ad ogni ramo dell'isola erano troppo poche secondo l'anima torturata del povero Julian, al punto che l'uomo cominciò a cercare tra le vecchie cianfrusaglie di casa sua per trovarne di nuove. In ultima istanza Julian arrivò perfino a vendere la frutta e la verdura che produceva con il suo orto in cambio di altre bambole.

isola delle bambole luoghi più spaventosi al mondo

C'è chi dice che il motivo per cui Julian cominciò ad appendere tutte quelle bambole era perchè con il tempo impazzì completamente fino a credere che le bambole fossero vive e che fosse stato lui a gettare la bambina in acqua anni prima. Questa teoria però è stata smentita dai suoi stessi familiari: "Julian semplicemente credeva che l'isola fosse abitata dallo spirito della bambina annegata; appendendo sempre nuove bambole, pensava di renderla felice, tenendo al contempo il male lontano da quel posto".

isola delle bambole luoghi più spaventosi al mondo

La storia prese una piega particolarmente sinistra quando nel 2001 Don Julian annegò nel canale proprio come la bambina molti anni prima. Molte persone credono che sia stata opera delle bambole, possedute da spiriti maligni decisi ad uccidere definitivamente l'uomo. Ci sono però altre ipotesi che sostengono che l'annegamento di Julian sia stato un incidente e che da allora siano diventate le bambole le vere padrone dell'isola.

isola delle bambole luoghi più spaventosi al mondo

Da allora molti hanno provato a dimostrare che l'isola sia infestata da spiriti, ma ancora oggi il mistero regna celato dietro gli sguardi vitrei delle taciturne bambole appese.

Giungere sull'isola non è compito facile ma è sicuramente una passeggiata che merita, tra bambole dai capelli strappati selvaggiamente a bambole bruciate ed annerite, tra corpi mutilati e teste dagli occhi bianchi impalate ai rami.

isola delle bambole messico

Sebbene siamo certi che le intenzioni di Julian fossero le migliori, il risultato del suo lavoro è stato tutt'altro che di soave piacevolezza. Molte bambole sembrano seguirti con lo sguardo per tutta l'isola, alcuni visitatori avvertono dei sussurri sinistri alle loro spalle mentre altri sentono delle risate di bambini provenire dal fitto del bosco...

Un articolo da brivido? Condividilo...o le farai piangere! ;)

isola delle bambole wasterpiece

insignificante dettaglio: avete presente le bambole sorridenti e felici con cui giocano i bambini? Be', alcune bambole dell'isola hanno inspiegabilmente assunto dei volti sempre più tristi con il passare del tempo....guardate un po' qui sopra...

Pssst...Il decimo ed ultimo luogo più spaventoso lo deciderai tu...partecipa oggi al concorso, aperto fino al 25 agosto! (leggi qui il regolamento)  
Questo articolo è stato pubblicato in Curiosità e contrassegnato come , , , , da Box . Aggiungi il permalink ai segnalibri.

Informazioni su Box

Ciao, mi chiamo Box. O meglio, gli amici mi chiamano Box (il mio nome l'ho scordato da tempo). Mi chiamano così perchè porto una scatola in testa. Quando ero piccolo la mamma mi diceva sempre "non lasciarti scappare le idee che ti vengono, ma realizzale! E' importante avere delle idee, dei sogni...i sogni sono ciò che ti rende diverso dagli altri". Così da allora mi sono messo una scatola in testa, in modo che se un'idea avesse provato a scappare non ce l'avrebbe fatta, perché sarebbe rimasta bloccata nella scatola, e non l'avrei mai più dimenticata. Il mio nome, quello l'ho dimenticato! Deve essere volato via dalle fessure degli occhi, a volte mi capita... Mi piacciono le lunghe passeggiate in posti sperduti, amo viaggiare ed ascoltare musica caricante da sparare a tutto volume in cuffia e adoro fare foto. Sembro timido ma se prendo confidenza divento un tipo super simpatico con cui poter fare grandi conversazioni. Sono eccentrico, stravagante e sbadato. Vado matto per misteri e curiosità! Sono ghiotto di sushi.
Loading Facebook Comments ...

2 pensieri su “L’Isola delle Bambole: uno dei 10 luoghi più spaventosi al mondo

  1. Complimenti per il vostro blog.
    Mi è particolarmente piaciuto l’articolo sull’Isola delle Bambole.
    Very Creepy.

    • Ciao Matteo! Grazie per i complimenti :) Adoro farmi paura da solo con gli articoli che scrivo yup yup!
      Un mega saluto da tutti noi di Wasterpiece e da me, Box!
      A presto :)

I commenti sono chiusi.