L’ex sanatorio di Montecatone (uno dei 10 luoghi più spaventosi al mondo)

Ci sono alcuni luoghi in cui il tempo pare essersi fermato. Uno di questi è l’ex sanatorio di Montecatone, Imola, immerso nel verde delle colline bolognesi… sanatorio di montecatone Voluto da Benito Mussolini nella prima metà degli anni ’30, inizialmente doveva curare i malati di tubercolosi. sanatorio di montecatone Costituito da tre padiglioni, uno per i soldati, uno per gli uomini e uno per le donne, cadde in disuso, venne parzialmente abbandonato. sanatorio di montecatone Eppure da circa 25 anni uno dei padiglioni, quello che più ha resistito all’incuria, ospita un centro per la cura dei pazienti con lesioni alla spina dorsale, ed è l’unico punto di riferimento riconosciuto a livello nazionale per i malati mielolesi. sanatorio di montecatone Tuttavia, dev’essere molto difficile per questi malati abitare questi luoghi, considerando che a poca distanza da loro alcuni ospiti molto particolari si aggirano per i locali disabitati. sanatorio di montecatone Sono i fantasmi dei pazienti morti in quei locali, che non sono più riusciti a camminare nonostante le cure fatte, e che ancora abitano l’ospedale nell’attesa di essere curati. Si manifestano sotto forma di orbs, come ben testimonia questa foto. sanatorio di montecatone In una delle stanze, in particolare, c’è una sedia, posta davanti a una finestra. Nessuno l’ha mai tolta di lì, e nessuno lo farà: qui è stato più volte avvistato il fantasma di un uomo, seduto curvo sulla sedia, intento a pensare alla sua vita o a ciò che ne rimane. sanatorio di montecatone Lungo i corridoi bui, poi, si può incontrare una bambina con una bambola di pezza in mano…e se si osserva la bambina, si noterà che le sue gambe sono sorrette da strane strumentazioni in acciaio…miracoli della scienza che avrebbero dovuto, forse, consentirle di camminare? Forse la storia vi suonerà familiare…specie i sostegni metallici per le gambe indossati da un’infermiera troppo affezionata ai piccoli pazienti di un certo ospedale…ricordate il film Fragile, di Jaume Balaguerò? Ebbene, il regista spagnolo venne per un periodo ospitato in quest’ospedale in seguito a un incidente, e rimase così colpito dal sanatorio e dalla sua storia, che Montecatone gli diede l’ispirazione per la location del suo film. Un posto decisamente spettrale… Articolo di: Ladyghost Fonti: PensieroSpensierato Foto: Erika Boccafogli Photography * Piaciuto l’articolo? Condividilo o inviaci il tuo! :) *