Il Borgo di Triora (uno dei 10 luoghi più spaventosi al mondo)

 

borgo di triora

Una visita a Triora, un piccolo ma suggestivo borgo ligure in provincia d’ Imperia, può trasformarsi in un’esperienza unica, quasi paranormale.

Appena arrivati infatti, si respira subito un’aria di mistero e di magia.
Camminando tra i caratteristici carrugi, del borgo di triora ci si sente avvolti da un’inspiegabile e fluttuante energia che sembra volerci dare il benvenuto e nel frattempo svelarci un oscuro segreto. Subito troviamo il museo etnografico e della stregoneria, costruito sulle carceri dove vennero rinchiuse le streghe o “bagiue”, come venivano chiamate in dialetto Triorese.
borgo di triora

Triora viene denominato il paese delle streghe perché nel 1587 al tempo dell’Inquisizione da parte della Chiesa Cattolica un gruppo di donne e bambine, con doti particolari e di ogni estrazione sociale, furono condannate al rogo, ree di aver causato con degli incantesimi, una forte carestia che aveva flagellato la regione durante l’anno.

borgo di triora

Durante la visita nelle sale dove furono rinchiuse e torturate le malcapitate donne, sembra ancora d’udire dei suoni strani, forse i loro lamenti e, mentre si leggono i vari documenti dell’epoca ritrovati nell’archivio di Stato a Genova, non si può che rabbrividire nel leggere le atroci torture a cui furono sottoposte.

borgo di triora borgo di triora borgo di triora borgo di triora borgo di triora

Ben poche si salvarono ma in paese c’è chi giura di vedere degli spettri aggirarsi nel paese durante le notti di luna piena.

borgo spiriti

borgo di triora

La meta più suggestiva e misteriosa è però la Cabotina,
un grande casolare dove si ritiene che le streghe preparassero i loro medicamenti e incantesimi con le erbe raccolte in montagna.
Era il luogo più povero e malfamato di tutto il paese, frequentato anche dalle prostitute che quando restavano incinte ricorrevano ai rimedi delle bagiue per abortire. Lì le streghe effettuavano i loro sabba danzando con il diavolo.
Quando cala la notte i gufi volteggiano sulla Cabotina, e osservando il cielo, si possono vedere dei puntini di luce che roteano e delle nuvole di fumo che formano strane figure.

borgo di triora borgo di triora borgo di triora

Solo suggestione? O magia?
Un consiglio: una volta tornati a casa, controllate sempre attentamente le vostre foto chissà, potreste aver fotografato qualche presenza spettrale.

Articolo di: paola.dellamico
Fonti: Elaborazione propria

* Piaciuto l’articolo? Condividilo o inviaci il tuo! :) *